Home Il progetto Ricerca nel Repertorio Piante e Vedute Temi e Itinerari Indici Link Crediti Contatti
Ricerca nel Repertorio
Denominazione Modulo di ricerca
Ubicazione
Proprietà
Architetti - Ingegneri
Pittori - Scultori - Decoratori
Uomini illustri
Testo
Per ottimizzare la ricerca è consigliabile digitare una sola parola chiave per campo (es.: Bardi, anziché via de’ Bardi).
Per ulteriori suggerimenti si veda a:


Struttura della banca dati
 
Scheda Casa Nardi Torna ai risultati della ricerca
Versione stampabile della scheda
Quartiere San Giovanni
Ubicazione Via dell'Alloro 13
Denominazione Casa Nardi
Altre denominazioni Casa Piccolomini
Affacci .
Proprietà Nardi, Piccolomini, Bartolini Salimbeni Vivai.
Architetti - Ingegneri Ignoto/i.
Pittori - Scultori - Decoratori Novelli Antonio.
Uomini illustri Nardi Giovanni.
Note storiche Si tratta di un edificio del Seicento che sappiamo riconfigurato nei termini attuali agli inizi di quel secolo dal filosofo e medico Giovanni Nardi. Al tempo di Federico Fantozzi era proprietà Piccolomini. Secondo Marcello Jacorossi (in Palazzi 1972) "i caratteri architettonici del palazzo sono del XVI secolo e forse esisteva in proporzioni più piccole in quell'epoca, ma esso fu ricostruito ai primi del XVII secolo da Giovanni di Bernardino Nardi di Montepulciano, medico e filosofo". Nell'insieme il prospetto si sviluppa attualmente per tre assi su quattro piani, con le finestre del piano nobile incorniciate da bozze disposte a raggiera, ampiamente integrate. Sulla destra, sempre di pertinenza dell'edificio, è un ulteriore corpo di cinque piani con mezzanino (numero civico 13A), con il terreno ridisegnato nell'Ottocento. Sul portale è una mensola con un busto in stucco, copia dell'originale in marmo (1650), raffigurante il granduca Ferdinando II de' Medici, di cui Giovanni Nardi era medico di fiducia, "scolpito con molta sua lode da Antonio Novelli" (Fantozzi 1842). Di questo busto parla anche Filippo Baldinucci, annotando come "è da notarsi una bella avvertenza dell'artefice, e fu, che essendo situata quella casa in una via molto stretta, onde poco godibile rendasi la figura a chi per essa camminava, volle che il bel torso con una voltata di collo alquanto risentita, facesse apparire, che la testa guardasse verso lo sbocco, che fa la medesima via in una bella e nobile contrada, detta da' Gaddi". Sul corpo a destra è un tassello con l'iscrizione "Munificentia Ferdinandi II". Tutto l'insieme è stato recentemente restaurato e ritinteggiato. Nell'immobile ha sede la Lorenzo de' Medici Library.
Bibliografia
dettaglio
Fantozzi 1842, p. 501; Fantozzi 1843, p. 75, n. 153; Baldinucci-Ranalli 1845-1847, V, 1847, p. 68; Firenze 1850, p. 121; Bigazzi 1886, p. 180; Illustratore fiorentino (1908) 1907, pp. 13-14; Illustratore fiorentino (1909) 1908, p. 9; Limburger 1910, n. 492; Garneri 1924, p. 190, n. XLVIII; Palazzi 1972, p. 177, nn. 327-328; Bargellini-Guarnieri 1977-1978, I, 1977, p. 53; Cesati 2005, I, p. 27.
Approfondimenti Marco Lastri, Casa di Gio. Nardi filosofo peripatetico, a confine colla nuova filosofia, in L'Osservatore fiorentino sugli edifizi della sua Patria, quarta edizione eseguita sopra quella del 1821 con aumenti e correzioni del Sig. Cav. Prof. Giuseppe Del Rosso, Firenze, Giuseppe Celli, 1831, IV, pp. 61-64.
Documentazione fotografica iscrizione, scultura, busto.
Risorse in rete Nessun dato rilevato.
Codice SBAPSAE .
ID univoco regionale .
Data creazione 30/11/2008
Data ultima modifica 03/02/2016
Data ultimo sopralluogo 08/08/2011
Autore della scheda Claudio Paolini.
Tags Campo in corso di revisione.
Localizzazione
architetture@palazzospinelli.org note tecniche e legali
 
Copyright © 2011 - 2015 Palazzo Spinelli - Associazione No Profit
Copyright © 2011 - 2015 Claudio Paolini