Scheda Edificio della FacoltÓ di Scienze della Formazione

Repertorio delle Architetture Civili di Firenze
Quartiere San Giovanni
Ubicazione Via Laura 48
Denominazione Edificio della FacoltÓ di Scienze della Formazione
Altre denominazioni Convento della Crocetta, FacoltÓ di Economia e Commercio, FacoltÓ di Giurisprudenza e di Scienze Politiche
Affacci .
Proprietà demanio dello Stato, Comune di Firenze, demanio dello Stato.
Architetti - Ingegneri Parigi Giulio, Orlandi Luigi Gaetano, Nasi Nicola, Mazzei Francesco, Baroni Nello.
Pittori - Scultori - Decoratori Nessun dato rilevato.
Uomini illustri Nessun dato rilevato.
Note storiche Era qui il convento domenicano di Santa Maria della Croce detto della Crocetta, fondato da suor Domenica del Paradiso nel 1511, costruito entro il 1519 e quindi ampliato e ristrutturato da Giulio Parigi nel 1612, in occasione dei lavori di costruzione dell'attiguo palazzo della Crocetta, progettato dallo stesso architetto per Maria Maddalena de' Medici e collegato alla struttura conventuale da un cavalcavia ancora oggi esistente. "La chiesa, ove si conserva il corpo della fondatrice ed il mausoleo della citata principessa, fu rimodernata nel 1757 su disegno di Luigi Orlandi" (Fantozzi). Soppresso nel 1808 e passato al demanio dello Stato fu affittato all'amministrazione dei Diritti Riuniti, quindi ripristinato come centro religioso nel 1816 e nuovamente e definitivamente soppresso nel 1866 per essere utilizzato negli anni di Firenze Capitale (1865-1871) come sede dell'Archivio della Corte dei Conti (la cui sede era stata appunto individuata nel vicino palazzo della Crocetta, si veda a via della Colonna 38) e dei relativi uffici. I lavori di adeguamento furono diretti dall'ingegnere Nicola Nasi, dipendente dall'ingegnere Francesco Mazzei: "Fu costruito un muro dalle fondamenta fino all'ultimo piano per formare un corridoio di comunicazione necessario a separare gli ingressi degli uffici e degli archivi; furono demolite, al primo piano, tutte le celle, dando a questo piano una nuova sistemazione, furono aperte molte nuove porte e finestre" (Roselli 1985). Circa dieci anni dopo, oramai trasferita la capitale a Roma, il demanio concesse il complesso all'Istituto di Scienze Sociali Cesare Alfieri, fondato da Carlo Alfieri di Sostegno nel 1875. Questo, trasformato in UniversitÓ libera nel 1925, lo occup˛ a lungo con una sola breve interruzione negli anni della Grande Guerra in cui nell'edificio fu allestito un ospedale militare. Intanto, tra il 1884 e il 1891, la vasta area alle spalle dell'ex convento, tenuta a orti e giardino, fu occupata dal grande edificio dell'Istituto Tecnico per Geometri Gaetano Salvemini (si veda a via Giuseppe Giusti). "La struttura di via Laura ospit˛ poi per pochi anni, insieme a Scienze Politiche, la FacoltÓ di Economia e Commercio mentre a partire dal secondo dopoguerra vi trov˛ spazio invece Giurisprudenza. L'ex convento fu poi sottoposto a nuovi lavori strutturali fra il 1949 e il 1956 su progetto dell'architetto Nello Baroni proprio per meglio ospitare la FacoltÓ di Scienze Politiche e di Giurisprudenza, le cui frequenze erano nel tempo cresciute" (Stefano Oliviero, dal sito della FacoltÓ di Scienze della Formazione). Trasferite le precedenti facoltÓ al Polo di Scienze Sociali a Novoli, la struttura Ŕ stata interessata da importanti interventi di ristrutturazione tra il 2008 e il 2009 per essere destinata alla FacoltÓ di Scienza della Formazione, aperta dal settembre 2009. Negli spazi interni si segnala una lapide monumentale in ricordo dei Caduti del Regio Istituto Superiore Cesare Alfieri nel corso del primo conflitto mondiale.
Bibliografia Fantozzi 1843, pp. 196-197, n. 474; Firenze 1850, p. 354; Limburger 1910, n. 218; Bargellini-Guarnieri 1977-1978, II, 1977, p. 129; Fantozzi Micali-Roselli 1980, pp. 116-117, n. 26; Roselli 1985, p. 50, n. 7; Brunori 2012, p. 78, n. 21.
Approfondimenti Guido Carocci, Edifizi vecchi ed usi nuovi, in "Arte e Storia", XXXIV, 1915, 12, pp. 379-380; Meghan A. Callahan, The politics of architecture: Suor Domenica da Paradiso and her convent of la Crocetta in post-Savonarolan Florence, New Brunswick, NJ, The State University of New Jersey, Diss., 2005; Meghan A. Callahan, "In her name and with her money": Suor Domenica da Paradiso's patronage of the convent of La Crocetta in Florence, in Italian art, society and politics. A Festschrift in honor of Rab Hatfield, a cura di Barbara Deimling, Jonathan K. Nelson e Gary M. Radke, Florence, Syracure University in Florence, 2007, pp. 112-127.
Documentazione fotografica scuola, ospedale, prima guerra mondiale.
Risorse in rete Sull'edificio sono alcuni file multimediali reperibili su rete telematica, a partire dal sito della FacoltÓ di Scienze della Formazione.
Codice SBAPSAE .
ID univoco regionale .
Data creazione 12/06/2011
Data ultima modifica 04/06/2015
Data ultimo sopralluogo 26/08/2010
Autore della scheda Claudio Paolini.
Tags Campo in corso di revisione.
Crediti Repertorio delle Architetture Civili di Firenze: Copyright © 2011 Palazzo Spinelli per l'Arte e il Restauro - Associazione No Profit; Copyright © 2011 Claudio Paolini
Localizzazione