Scheda Palazzo Bartoli Corbini

Repertorio delle Architetture Civili di Firenze
Quartiere San Giovanni
Ubicazione Via Camillo Cavour 8
Denominazione Palazzo Bartoli Corbini
Altre denominazioni Palazzo Pestellini, palazzo Pantellini, palazzo Valsè Pantellini
Affacci .
Proprietà Bartoli, Corbini, Naldini, Pestellini, Pantellini.
Architetti - Ingegneri Ammannati Bartolomeo, Bellini Tito.
Pittori - Scultori - Decoratori Nessun dato rilevato.
Uomini illustri Nessun dato rilevato.
Note storiche Il palazzo, organizzato su tre assi, presenta un fronte con un disegno di indubbia eleganza, databile tra la fine del Cinquecento e i primi del secolo successivo. "Ignoro chi ne sia stato l'architetto, sebbene mi si dica l'Ammannati. La sua piccola e semplice facciata è di una bellezza ammirabile, e le finestre del primo e secondo piano sono così venuste, da non temere il confronto con altre della città. La porta però non corrisponde al buon gusto di quelle, essendo piccola, pesante, e decorata di un terrazzino mal combinato e con balaustri di poca grazia. Anco le finestre che rimangono sotto il tetto sono disarmoniche per la loro piccolezza, ma forse l'architetto aveva divisato di farle rimanere nel fregio del cornicione (che non vi fu mai fatto) in modo che non avessero l'apparenza di finestre, ma quasi di metope aperte" (Federico Fantozzi 1423). Fossi, riprendendo sia la voce della tradizione sia un'ipotesi di Venturi che ugualmente riconduceva il palazzo all'Ammannati (Architettura del '500, XI, 2, p. 308), precisava: "Penso sia opera più tarda, forse dell'inizio del XVII secolo, con forme che ricordano l'Ammannati. Le aperture dei negozi attuali sono assai recenti: alla fine del XIX secolo esistevano ancora le finestre originali ai lati del portale ed erano piccole e quadrate. A quel tempo, intorno al 1885, un ingegner Bellini fece quelle che si vedono nelle fotografie pubblicate dal Venturi. Furono poi distrutte, intorno al 1905, per dar luogo agli attuali sporti dei negozi. Notevole l'ingresso a volticciole su peducci di ordine dorico molto decorato; al di là è un bel cortile, in parte chiuso, con colonne doriche, affini ai peducci dell'ingresso, e eleganti archi a tutto sesto". Oltre agli interventi dovuti all'architetto Tito Bellini è da ricordare come il palazzo sia stato restaurato con integrazioni in pietra artificiale nelle parti mancanti e particolarmente nel terrazzo nel 1955. Sotto il secondo ricorso, in asse con il portone, è lo scudo con l'arme dei Bartoli del quartiere di Santa Maria Novella (trinciato merlato d'oro e di rosso, a due stelle a otto punte dell'uno nell'altro). Lo stato dell'edificio attorno alla fine del Settecento è ben documentato dall'incisione di Antonio Terreni con la Veduta di Via Larga (si veda Francesco Fontani, Viaggio pittorico della Toscana, Firenze, Giuseppe Tofani, vol. I, 1801, p. 42). Il palazzo appare nell'elenco redatto nel 1901 dalla Direzione Generale delle Antichità e Belle Arti, quale edificio monumentale da considerare patrimonio artistico nazionale.
Bibliografia Fantozzi 1842, pp. 462-463, n. 195; Fantozzi 1843, p. 127, n. 284; Firenze 1850, pp. 290-291; Elenco 1902, p. 255; Limburger 1910, n. 84; Garneri 1924, p. 238, n. LVI; Limburger-Fossi 1968, n. 84; Piero Roselli in Roselli 1974, p. 78, n. 39; Bargellini-Guarnieri 1977-1978, I, 1977, p. 226; Paolini-Vaccaro 2011, pp. 59-60, n. 15.
Approfondimenti Nessun dato rilevato.
Documentazione fotografica stemma familiare.
Risorse in rete Nessun dato rilevato.
Codice SBAPSAE FI0007
ID univoco regionale 90480171214
Data creazione 08/12/2008
Data ultima modifica 08/01/2015
Data ultimo sopralluogo 12/03/2011
Autore della scheda Claudio Paolini.
Tags Archivio fotografico SBAP, Firenze: 178086 (veduta d'insieme del cortile interno, 1994); 178086 (veduta d'insieme del prospetto, 1994); 178087 (particolare dello stemma sulla facciata, 1994); 178088, 178089, 178090 (vedute di volte affrescate negli spazi interni, 1994); 178091, 178092 (particolare di una colonna e di un peduccio presenti negli spazi interni, 1994); 178093 (particolare del portale d'ingresso, 1994).
Crediti Repertorio delle Architetture Civili di Firenze: Copyright © 2011 Palazzo Spinelli per l'Arte e il Restauro - Associazione No Profit; Copyright © 2011 Claudio Paolini
Localizzazione