Chi siamoDocentiDaniela Manna

 

Daniela Manna

Restauro dei materiali lapidei

Nata a Napoli nel 1965, ha conseguito nel 1990 l’Attestato biennale di Tecnico Qualificato in Restauro ceramica/lapidei di Palazzo Spinelli e nel 1995 il Diploma di Restauratore in materiali lapidei dell’Opificio delle Pietre Dure.

Collabora dal 2013 con l’Istituto per l’Arte e il Restauro “Palazzo Spinelli” come docente nel corso triennale di Restauro di Ceramica e Materiali Lapidei.

Tra i suoi interventi segnaliamo i restauri alle opere site in Firenze:
Cappelle Medicee (paramenti lapidei)
Corridoio Vasariano (elementi architettonici esterni)
Galleria degli Uffizi (Kronos, Antonia, Demetra e Nottolemo, Giulio Cesare, Eros con pantera, Nerone, Lucio Vero, Probo, Principe Claudio, Minerva, Commodo, Faustina Maggiore, Scipione l’Africano, Cesare, Traiano, Attis, Apollo seduto, Bacco, Nike, Costantino, Geta, Plautilla, Ganimede, etc.)
Galleria di Arte Moderna (ritratto di Antinoo. Busti e medaglie di gesso, etc.).
Loggia dei Lanzi (Donna Barbara, Staua con ritratto di Matilda)
Museo del Bargello (La dama col Mazzolino)
Museo di San Marco (Profeta, Marzocco, Porta e pilastri dalla Corte del Granaio, Portale del Giardino dei Pazzi)

Dal 2000 ad oggi ha restaurato opere in varie città italiane, tra cui la Fonte Gaia di Jacopo della Quercia a Santa Maria della Scala a Siena.
Ha partecipato alla campagna di restauro dei reperti archeologici dal sito di Ortaglia nel comune di Peccioli e alla missione archeologica di Tell Barry in Siria.

Pubblicazioni
“GLI UOMINI ILLUSTRI DEL LOGGIATO DEGLI UFFIZI”
Storia e restauro – A cura di Magnolia Scudieri - EDIFIR Edizioni Firenze
Dante Alighieri
“LE STATUE DELLA LOGGIA DELLA SIGNORIA A FIRENZE”
Capolavori restaurati – GIUNTI
Donna Barbara, cosiddetta Thusnelda
“STUDI E RESTAURI” vol. II
I marmi antichi della Galleria degli Uffizi- Edizioni Polistampa
Ritratto di Diadumeniano cosiddetto Geta
Ritratto di Plautilla
Ritratto di Valentiniano, cosiddetto Costantino
“LA FONTE GAIA DI JACOPO DELLA QUERCIA”
Storia e restauro di un capolavoro dell’arte senese - Edizioni Polistampa
Relazione sul restauro – Criteri e tecniche