Eventi14th ELIA Biennial Conference

L’Istituto per l’Arte e il Restauro “Palazzo Spinelli” ed ELIA (European League of Institutes of the Arts) sono stati i promotori e gli organizzatori della XIV Conferenza Biennale ELIA che si è tenuta, per la prima volta in Italia, a Firenze, dal 30 novembre al 3 dicembre 2016.

La ELIA (http://www.elia-artschools.org), fondata ad Amsterdam nel 1990, è il più grande network internazionale di Istituti, Università ed Organizzazioni operanti nei settori del Fine Art, Design, Danza, Musica, Cinema, Architettura e Conservazione e Restauro e rappresenta, ad oggi, oltre 350 Istituzioni operanti in 47 paesi, che coinvolgono ogni anno oltre 380.000 studenti. Tramite i suoi membri si configura come uno strumento unico di conoscenza e di sviluppo di capacità che permettono di facilitare il dialogo, la mobilità e le attività fra artisti, studenti, professori, esperti, manager di tutta Europa e non solo. ELIA, inoltre, è presente attraverso i suoi membri presso la Commissione Europea per la definizione e presentazione di specifici progetti culturali.

La Conferenza Biennale ELIA, è stata patrocinata dalla Regione Toscana, dal Comune di Firenze e dal MIBACT, ed è stata organizzata in collaborazione con l’Accademia delle Belle Arti di Firenze, il Conservatorio “Luigi Cherubini”, il Teatro della Pergola, l’Istituto Europeo di Design, la Fondazione Fabbrica Europa, Le Arti Orafe, SACI Studio Arts Centers International, ISI International Studies Institute Palazzo Rucellai, Istituto Lorenzo de Medici, Life Beyond Tourism.

Questo evento, unico nel panorama italiano, ha rappresentato una delle maggiori vetrine dedicata all’alta educazione artistica al mondo, ha coinvolto 398 delegati delle più importanti istituzioni di educazione artistica e università d’Europa, provenienti da 29 Paesi.

Il tema, TURN MIRRORS INTO WINDOWS, ha esaminato il ruolo culturale, sociale ed economico degli individui e delle istituzioni creative nella società odierna ed ha esplorato come si possano costruire nuovi sentieri per il futuro. Questi temi si sono sviluppati attrafverso un programma che ha visto 7 plenary sessions, 5 Pecha Kucha sessions, 9 thematic sessions, 9 mobile sessions, 12 Open space sessions ed eventi culturali nel territorio.

I 4 principali Key note speachers sono stati: Daan Roosegarde, Cristina Acidini, David Greig e Carla Delfos.

I delegati sono stati accolti dalla rappresentanza del Comune di Firenze durante la Civic Reception nel Salone de' 500 in Palazzo Vecchio, seguito da una cena di Gala.

Il programma della conferenza ha visto anche il restauro dello stemma mediceo del Giambologna presso il Palagio di Parte Guelfa.