Chi siamoAziende stageMuseo di Storia Naturale di Firenze-Sezione di Antropologia ed Etnologia

Museo di Storia Naturale di Firenze-Sezione di Antropologia ed Etnologia

Musei e collezioni

Concepito e fondato da Paolo Mantegazza nel 1869 per documentare l'evoluzione dell'uomo e lo sviluppo della civiltà, il Museo di Antropologia e Etnologia è il primo museo universitario antropologico d'Europa. Inizialmente vi furono trasferite le collezioni allora conservate nel Museo di Fisica e Storia Naturale. Nello stesso anno della fondazione del Museo fu istituita, presso l'Istituto di Studi Superiori di Firenze, la prima cattedra italiana di Antropologia, affidata a Mantegazza, il quale, nel 1871, fondava la "Società Italiana di Antropologia ed Etnologia" e istituiva una biblioteca specializzata, oggi fra le più importanti del mondo. La Società contribuì in modo significativo allo sviluppo dell'antropologia come scienza dotata di un proprio status. Prima di allora infatti l'antropologia veniva studiata come parte della filosofia e delle scienze naturali. Sempre nel 1871 veniva fondato "L'Archivio per l'Antropologia e l'Etnologia", organo ufficiale della Società fiorentina. Nel 1878 la Società cambiò il nome in "Società Italiana di Antropologia, Etnologia e Psicologia Comparata" per evidenziare la volontà di compiere uno studio integrale dell'uomo. Dopo il 1910 fu deciso di ripristinare il nome originario, perché ormai la psicologia affrontava ricerche specifiche con metodi propri.
Attualmente il Museo possiede importanti raccolte. La collezione antropologica, avviata da Mantegazza alla costituzione del Museo, comprende reperti scheletrici umani di epoca recente e antichi (di età neolitica, eneolitica, del Bronzo e del Ferro, nonché resti etruschi, di età romana e barbarica); parti molli (preparati anatomici); tricoteca; gipsoteca; busti e maschere rilevate principalmente da viventi appartenenti a gruppi umani di varie parti del mondo. La collezione etnologica, il cui nucleo originario è formato da oggetti provenienti dalle collezioni medicee, comprende oggetti di origine prevalentemente extraeuropea. Di particolare interesse scientifico sono le raccolte dei Lapponi e dei Samoiedo, della Papuasia e del Perù antico. Dalla data di fondazione del Museo ad oggi la collezione è stata continuamente arricchita. Significativa è anche la collezione di reperti fotografici che conserva negativi e positivi di soggetto prevalentemente antropologico, spesso contestualizzati nel loro ambiente culturale. Creata da Mantegazza, che fu anche il fondatore della Società Fotografica Italiana, quest'ultima collezione riconosce alla fotografia il valore di reperto scientifico. La raccolta comprende numerose fotografie di viaggi.
Palazzo Spinelli ha attualmente una rete di oltre 480 aziende stage convenzionate in Italia e all'estero.
Tale rete, in costante ampliamento, può essere utilizzata unicamente per la ricerca di uno stage degli allievi iscritti presso Palazzo Spinelli e le aziende interessate a diventare enti stage possono fare richiesta inviando una mail all'indirizzo:
 

Effettua la tua ricerca
nel Database Stage

 

Azienda stage
Città
Nazione
Categoria
562 Aziende stage trovate