Home Il progetto Ricerca nel Repertorio Piante e Vedute Temi e Itinerari Indici Link Crediti Contatti
Ricerca nel Repertorio
Denominazione Modulo di ricerca
Ubicazione
Proprietà
Architetti - Ingegneri
Pittori - Scultori - Decoratori
Uomini illustri
Testo
Per ottimizzare la ricerca è consigliabile digitare una sola parola chiave per campo (es.: Bardi, anziché via de’ Bardi).
Per ulteriori suggerimenti si veda a:


Struttura della banca dati
 
Scheda Villino Baldwin Torna ai risultati della ricerca
Versione stampabile della scheda
Quartiere Santa Maria Novella (Cascine)
Ubicazione Corso Italia 2
Denominazione Villino Baldwin
Altre denominazioni .
Affacci via Palestro 1
Proprietà Baldwin, Benelli.
Architetti - Ingegneri Poggi Giuseppe.
Pittori - Scultori - Decoratori Nessun dato rilevato.
Uomini illustri Leonardo da Vinci, James Henry, Delfini Antonio.
Note storiche Costruito intorno agli anni sessanta dell'Ottocento, in uno dei momenti di espansione di quest'area, il villino determina la cantonata tra via Palestro e corso Italia (con ingresso su quest'ultimo) e, curato e ben tenuto, appare assolutamente rappresentativo della tipologia di residenza cara alla ricca borghesia del tempo, fatta di decoro, comfort e colti riferimenti alla tradizione architettonica cinque seicentesca, qui uniti al ricordo dei personaggi che hanno fatto grande Firenze. Per tali valori, uniti al fatto che l'edificio dialoga con altrettante residenze signorili poste nelle sue vicinanze, fu fatto oggetto di vincolo architettonico nel 1958. Fu proprietÓ in origine della famiglia americana Baldwin che lo abit˛ fino alla seconda guerra mondiale quando, a seguito dei bombardamenti del 1944, fu gravemente danneggiato tanto da essere dichiarato inagibile. Acquistato nel 1956 dai Benelli fu oggetto di vari interventi di ristrutturazione. Ulteriori interventi, compreso il restauro delle facciate, sono documentati al 1971 e ancora, sempre a interessare i prospetti, al 2003. Il fronte che guarda a via Palesto si sviluppa per tre assi su tre piani, con chiare assonanze nell'impaginato degli elementi con il vicino palazzo Calcagnini Arese di Giuseppe Poggi (si veda a lungarno Amerigo Vespucci 38). Al piano nobile, al centro, Ŕ un rilievo in terracotta rettangolare con raffigurate le Arti (cinque figure femminili a rappresentare Pittura, Scultura, Architettura e Musica) e, ai lati, due tondi con volti di profilo, a destra inconfondibilmente di Leonardo da Vinci, a destra di un giovane con giubba quattrocentesca. Negli anni di Firenze Capitale (1865-1871) trov˛ qui sede l'ambasciata del Belgio presso il Regno d'Italia. Nella casa fu poi ospite, al tempo della proprietÓ dei Baldwin, il grande scrittore americano Henry James in uno dei suoi soggiorni fiorentini. Vi abit˛ inoltre, tra il 1935 e l'inizio del 1936, lo scrittore e poeta modenese Antonio Delfini.
Bibliografia
dettaglio
Cecconi 2009, p. 87; Paolini 2013, p. 74.
Approfondimenti Nessun dato rilevato.
Documentazione fotografica comunitÓ straniera (americano), legazione.
Risorse in rete Nessun dato rilevato.
Codice SBAPSAE .
ID univoco regionale .
Data creazione 24/08/2010
Data ultima modifica 28/09/2014
Data ultimo sopralluogo 05/05/2011
Autore della scheda Claudio Paolini.
Tags Archivio fotografico SBAP, Firenze: 19364, 19365, 19366, 19367 (vedute d'insieme dei prospetti da varie angolazioni, 1958); 54909, 54910, 54908 (veduta d'insieme e particolari dei prospetti dopo l'intervento di restauro, 1971).
Localizzazione
architetture@palazzospinelli.org note tecniche e legali
 
Copyright © 2011 - 2015 Palazzo Spinelli - Associazione No Profit
Copyright © 2011 - 2015 Claudio Paolini