Home Il progetto Ricerca nel Repertorio Piante e Vedute Temi e Itinerari Indici Link Crediti Contatti
Ricerca nel Repertorio
Denominazione Modulo di ricerca
Ubicazione
Proprietà
Architetti - Ingegneri
Pittori - Scultori - Decoratori
Uomini illustri
Testo
Per ottimizzare la ricerca è consigliabile digitare una sola parola chiave per campo (es.: Bardi, anziché via de’ Bardi).
Per ulteriori suggerimenti si veda a:


Struttura della banca dati
 
Scheda Borgo Santa Croce Torna ai risultati della ricerca
Versione stampabile della scheda
Quartiere Santa Croce
Ubicazione Borgo Santa Croce
Denominazione Borgo Santa Croce
Altre denominazioni .
Affacci .
Proprietà Comune di Firenze.
Architetti - Ingegneri Ignoto/i.
Pittori - Scultori - Decoratori Nessun dato rilevato.
Uomini illustri Nessun dato rilevato.
Note storiche La strada ha come termini via de' Benci e via Antonio Magliabechi. La denominazione in riferimento alla vicina basilica di Santa Croce, dove la strada conduce in linea retta. L'andamento della strada rispetto ai vicini assi viari lascia bene intendere come il tracciato - sviluppatosi all'esterno delle mura della penultima cerchia da cui il termine borgo - sia nato per collegare quella che era la porta ai Buoi, ubicata nel punto dove oggi si incontrano via de' Neri con via de' Benci, con la chiesa e il convento dei francescani, verso i quali punta decisamente disegnando una diagonale rispetto al corso del fiume Arno e rispetto alla stessa piazza di Santa Croce. "Oggi il Borgo Santa Croce ha perduto l'antico carattere popolaresco e artigianale. Vi si trovano grandi palazzi, sorti alcuni secoli dopo l'arrivo dei francescani, quando il cerchio delle mura, spostandosi sul tracciato degli odierni viali, difendeva ormai il quartiere di Santa Croce, e molte famiglie ricche, di mercanti, uscirono dalle antiche porte, sorpassarono le vecchie mura e vennero a costruirsi i nuovi palazzi sulle prime catapecchie del borgo" (Bargellini-Guarnieri). Nonostante la strada abbia rappresentato un asse non secondario di collegamento dal centro cittadino verso la basilica francescana e sia stata luogo di residenza di illustri personaggi (si veda a Casa Vasari), attualmente appare scarsamente frequentata e, nonostante l'importanza dei palazzi presenti, non particolarmente curata, tanto da poter essere inserita tra le vie di carattere secondario di Firenze. Tale constatazione nulla toglie all'importanza delle opere architettoniche citate nelle relative schede, con particolare riferimento al palazzo Antinori Corsini, che quotidianamente offre ai rari passanti la magnificenza di un cortile aperto e visitabile, e al palazzo Spinelli, per il quale da auspicare a breve un intervento di consolidamento e restauro degli importanti graffiti della facciata e del cortile.
Bibliografia
dettaglio
Stradario 1913, p. 38, n. 269; Stradario 1929, p. 32, n. 293; Bargellini-Guarnieri 1977-1978, III, 1978, pp. 316-319.
Approfondimenti Nessun dato rilevato.
Documentazione fotografica toponomastica, stradario (via).
Risorse in rete Sulla via sono alcuni file multimediali reperibili su rete telematica, a partire dalla voce Borgo Santa Croce su Wikipedia e dallo Stradario storico amministrativo del Comune di Firenze disponibile online.
Codice SBAPSAE .
ID univoco regionale .
Data creazione 17/12/2013
Data ultima modifica 15/01/2017
Data ultimo sopralluogo 21/08/2013
Autore della scheda Claudio Paolini.
Tags Campo in corso di revisione.
Localizzazione
architetture@palazzospinelli.org note tecniche e legali
 
Copyright © 2011 - 2015 Palazzo Spinelli - Associazione No Profit
Copyright © 2011 - 2015 Claudio Paolini