Home Il progetto Ricerca nel Repertorio Piante e Vedute Temi e Itinerari Indici Link Crediti Contatti
Ricerca nel Repertorio
Denominazione Modulo di ricerca
Ubicazione
Proprietà
Architetti - Ingegneri
Pittori - Scultori - Decoratori
Uomini illustri
Testo
Per ottimizzare la ricerca è consigliabile digitare una sola parola chiave per campo (es.: Bardi, anziché via de’ Bardi).
Per ulteriori suggerimenti si veda a:


Struttura della banca dati
 
Scheda Villino Zamvòs Torna ai risultati della ricerca
Versione stampabile della scheda
Quartiere Santa Croce (Mattonaia)
Ubicazione Piazza Massimo d'Azeglio 40- 41
Denominazione Villino Zamvòs
Altre denominazioni .
Affacci .
Proprietà Zamvòs, Scapicchi.
Architetti - Ingegneri Zamvòs Mariano Panajotis.
Pittori - Scultori - Decoratori Nessun dato rilevato.
Uomini illustri Nessun dato rilevato.
Note storiche L'edificio ripropone la tipologia propria del villino dell'epoca: organizzato su tre assi si sviluppa su due piani sui quali si imposta, fin dall'origine, un volume in soprelevazione; il piano terreno è a bugnato con portone centrale affiancato da due finestre, il primo piano presenta tre finestre con balaustrini e timpano. A sinistra è un ulteriore corpo che collega l'edificio con il villino Uzielli. Sulla base del disegno pubblicato sul periodico "Ricordi di Architettura" nel 1878 il villino può essere ricondotto all'attività dell'architetto e ingegnere Mariano Panajotis Zamvòs, che lo eresse come propria residenza, e datato ai primi anni settanta (1874). La pianta, sempre pubblicata in "Ricordi di Architettura", mostra l'inconsueto sviluppo in profondità dell'edificio, motivato dalla particolare conformazione del lotto di terreno, comunque risolto adibendo gli ambienti in facciata a sale di rappresentanza, quelli interni, comunque gratificati dall'affaccio sul giardino che si sviluppa per tutta la profondità sul lato sinistro, a rimesse al piano terreno, a camere al primo piano. Da segnalare per la ricchezza decorativa la cancellata (n. 40) e le inferriate alle due finestre terrene.
Bibliografia
dettaglio
Cresti-Zangheri 1978, p. 238; Carlo Cresti in Firenze 1992, p. 186, n. 142; Cresti 1995, p. 17; Ulisse Tramonti in Firenze 2003, p. 135; Paolini 2008, pp. 57-58, n. 68; Paolini 2009, p. 72, n. 78.
Approfondimenti "Ricordi di Architettura. Raccolta di ricordi d'arte antica e moderna e di misurazione di monumenti", I, 1878, fasc. IX, tav. I.
Documentazione fotografica Campo in corso di revisione.
Risorse in rete Sull'edificio sono alcuni file multimediali reperibili su rete telematica, a partire dalla voce Villino Zamvòs su Wikipedia.
Codice SBAPSAE .
ID univoco regionale .
Data creazione 15/08/2008
Data ultima modifica 14/07/2014
Data ultimo sopralluogo 03/11/2009
Autore della scheda Claudio Paolini.
Tags Campo in corso di revisione.
Localizzazione
architetture@palazzospinelli.org note tecniche e legali
 
Copyright © 2011 - 2015 Palazzo Spinelli - Associazione No Profit
Copyright © 2011 - 2015 Claudio Paolini