Home Il progetto Ricerca nel Repertorio Piante e Vedute Temi e Itinerari Indici Link Crediti Contatti
Ricerca nel Repertorio
Denominazione Modulo di ricerca
Ubicazione
Proprietà
Architetti - Ingegneri
Pittori - Scultori - Decoratori
Uomini illustri
Testo
Per ottimizzare la ricerca è consigliabile digitare una sola parola chiave per campo (es.: Bardi, anziché via de’ Bardi).
Per ulteriori suggerimenti si veda a:


Struttura della banca dati
 
Scheda Torre dei Donati Torna ai risultati della ricerca
Versione stampabile della scheda
Quartiere Santa Croce / San Giovanni
Ubicazione Via del Corso 31r- 33r
Denominazione Torre dei Donati
Altre denominazioni .
Affacci piazza de' Donati
Proprietà Donati.
Architetti - Ingegneri Ignoto/i.
Pittori - Scultori - Decoratori Nessun dato rilevato.
Uomini illustri Dante Alighieri.
Note storiche L'edificio documenta, sotto forma di torre scapitozzata, una delle proprietà possedute dalla potente famiglia Donati lungo la strada, già via di Por San Piero. Il nucleo originario della fabbrica si sviluppò successivamente sul fianco destro e in profondità, verso la retrostante piazza de' Donati (che forse la torre aveva il compito di difendere), dove sono apprezzabili i vani delle scale a sporto, su potenti mensole di pietra. L'edificio fu restaurato con la demolizione degli intonaci nei primi del Novecento, comunque entro il 1937, quando Bertarelli segnalava come già avvenuto il recupero della dimensione medioevale della fabbrica. Sopra l'ingresso di un'attività commerciale è una rotella con fiamma, insegna delle Monache Stabilite della Carità. L'edificio è segnato da una lapide che rievoca con i versi di Dante le figure di Forese e di Corso Donati (in realtà maggiormente legata all'altra torre della famiglia nei pressi di piazza San Piero), collocata fra il 1900 e il 1907 d'iniziativa del Comune a cura di una commissione della quale faceva parte Guido Carocci.
Bibliografia
dettaglio
Illustratore fiorentino 1880, pp. 47-51; Bacciotti 1879-1886, III, 1886, p. 159; Carocci 1897, p. 140; Limburger 1910, n. 230; Garneri 1924, p. 249, n. VI; Bertarelli 1937, p. 102; Palazzi 1972, p. 49, n. 76; Firenze 1974, p. 98; Bargellini-Guarnieri 1973, pp. 42-44; Bargellini-Guarnieri 1977-1978, I, 1977, p. 274; Macci-Orgera 1994, pp. 73-75; Mercanti-Straffi 2003, pp. 94-95; Firenze 2005, p. 197; Invernizi 2007, I, p. 154, n. 130; Paolini 2009, pp. 130-131, n. 160.
Approfondimenti Amerigo Parrini, Le epigrafi dantesche di Firenze, Firenze, Giulio Giannini e Figlio Editori, 1928, pp. 119-124.
Documentazione fotografica torre, lapide, pietrino.
Risorse in rete Sull'edificio sono alcuni file multimediali reperibili su rete telematica, a partire dalla voce Palazzi di Firenze su Wikipedia.
Codice SBAPSAE .
ID univoco regionale .
Data creazione 15/08/2008
Data ultima modifica 05/01/2015
Data ultimo sopralluogo 04/08/2013
Autore della scheda Claudio Paolini.
Tags Nessun dato rilevato.
Localizzazione
architetture@palazzospinelli.org note tecniche e legali
 
Copyright © 2011 - 2015 Palazzo Spinelli - Associazione No Profit
Copyright © 2011 - 2015 Claudio Paolini