Home Il progetto Ricerca nel Repertorio Piante e Vedute Temi e Itinerari Indici Link Crediti Contatti
Ricerca nel Repertorio
Denominazione Modulo di ricerca
Ubicazione
Proprietà
Architetti - Ingegneri
Pittori - Scultori - Decoratori
Uomini illustri
Testo
Per ottimizzare la ricerca è consigliabile digitare una sola parola chiave per campo (es.: Bardi, anziché via de’ Bardi).
Per ulteriori suggerimenti si veda a:


Struttura della banca dati
 
Scheda Piazza degli Antinori Torna ai risultati della ricerca
Versione stampabile della scheda
Quartiere Santa Maria Novella
Ubicazione Piazza degli Antinori
Denominazione Piazza degli Antinori
Altre denominazioni Piazza di San Michele Bertelde (Berteldi), piazza di San Michele dei Diavoli, piazza di San Michele degli Antinori, piazza di San Michelino
Affacci .
Proprietà Comune di Firenze.
Architetti - Ingegneri Ignoto/i.
Pittori - Scultori - Decoratori Nessun dato rilevato.
Uomini illustri Nessun dato rilevato.
Note storiche La piazza, di modeste dimensioni, si determina grazie a un significativo allargamento della carreggiata lungo l'asse di via de' Tornabuoni e via de' Rondinelli, con accessi da via de' Giacomini, via de' Corsi, via degli Antinori, via degli Agli e via del Trebbio. Dominata dalla facciata della chiesa dei Santi Michele e Gaetano, fu nel corso del tempo intitolata a San Michele Bertelde (in ragione dell'originaria denominazione della chiesa dedicata al culto dell'arcangelo Michele) e quindi, quando gli Antinori acquistarono il palazzo antistante dai Martelli, a San Michele degli Antinori, in ambedue i casi per distinguere la chiesa rispetto alle molte altre in cittą ugualmente dedicate al santo. Nella pianta di Ferdinando Ruggieri del 1731 la si trova indicata come piazza di San Michelino. Nonostante l'importanza conferita dagli importanti monumenti che la perimetrano, viste le sue limitate dimensioni, si percepisce la piazza come logica prosecuzione di via de' Tornabuoni (e questo in particolare dopo i lavori di arretramento della facciata di palazzo Tornabuoni Corsi del 1864), di modo che, con questa, lo slargo costituisce una unitą inscindibile, di eccezionale valore storico e artistico.
Bibliografia
dettaglio
Zocchi 1744, tav. VIII; Stradario 1913, p. 7, n. 36; Stradario 1929, p. 5, n. 44; Bargellini-Guarnieri 1977-1978, I, 1977, pp. 70-71; Zocchi-Mason 1981, pp. 52-53.
Approfondimenti Nessun dato rilevato.
Documentazione fotografica toponomastica, stradario (piazza).
Risorse in rete Sulla piazza sono alcuni file multimediali reperibili su rete telematica, a partire dallo Stradario storico amministrativo del Comune di Firenze disponibile online.
Codice SBAPSAE .
ID univoco regionale .
Data creazione 27/07/2013
Data ultima modifica 16/03/2017
Data ultimo sopralluogo 04/09/2014
Autore della scheda Claudio Paolini.
Tags Campo in corso di revisione.
Localizzazione
architetture@palazzospinelli.org note tecniche e legali
 
Copyright © 2011 - 2015 Palazzo Spinelli - Associazione No Profit
Copyright © 2011 - 2015 Claudio Paolini