Home Il progetto Ricerca nel Repertorio Piante e Vedute Temi e Itinerari Indici Link Crediti Contatti
Ricerca nel Repertorio
Denominazione Modulo di ricerca
Ubicazione
Proprietà
Architetti - Ingegneri
Pittori - Scultori - Decoratori
Uomini illustri
Testo
Per ottimizzare la ricerca è consigliabile digitare una sola parola chiave per campo (es.: Bardi, anziché via de’ Bardi).
Per ulteriori suggerimenti si veda a:


Struttura della banca dati
 
Scheda Pia Casa di Lavoro Montedomini Torna ai risultati della ricerca
Versione stampabile della scheda
Quartiere Santa Croce
Ubicazione Via Pietro Thouar 3
Denominazione Pia Casa di Lavoro Montedomini
Altre denominazioni Deposito di mendicità
Affacci via delle Casine, via dei Malcontenti 6, viale della Giovine Italia 1/1
Proprietà Opera Pia di Montedomini, Comune di Firenze.
Architetti - Ingegneri Ghelardi, Gherardi Pietro Gaetano , Ricci Vincenzo, Del Rosso Giuseppe.
Pittori - Scultori - Decoratori Paoli Bruno.
Uomini illustri Garibaldi Giuseppe.
Note storiche Lungo la via corre uno dei fronti della Pia Casa di Lavoro Montedomini, per la cui storia si rimanda a via dei Malcontenti 6. Il prospetto in oggetto fu realizzato a partire dal 1866, in concomitanza con l'inizio dei lavori per l'apertura della strada e con la nomina a direttore della Pia Casa del commendatore Carlo Pieri, che promosse l'ampliamento della struttura con la costruzione di questa ala dell'edificio, su progetto di un non altrimenti noto ingegnere Ghelardi (che Francesca Carrara ipotizza possa identificarsi in Pietro Gaetano Gherardi, per quanto di quest'ultimo sia documentata solo l'attività espletata a Livorno). Il cantiere trovò poi la sua logica prosecuzione con l'erezione, nel 1872, del fronte sull'allora viale Carlo Alberto (ora della Giovine Italia) su progetto dell'ingegnere Vincenzo Ricci, che in buona sostanza replicò qui il modello del prospetto su via dei Malcontenti dovuto a Giuseppe Del Rosso, in modo da offrire una auspicata continuità delle vare facciate. L'ala di via Pietro Thouar fu ulteriormente ampliata alla fine del secolo sotto la presidenza di Arturo Linaker con la costruzione di un nuovo dormitorio intitolato a Garibaldi e destinato ai reduci delle battaglie d'indipendenza, poi rinnovato nel 1925. Nel dicembre 1938 fu inaugurato, sempre su questo lato, al primo piano, una nuova grande infermeria per malati cronici e, nell'ambito di questo cantiere, realizzata la grande sala di portineria con accesso da questo lato, con un'ampia scala a giorno che porta al nuovo ambiente. In questo ampio androne è una pittura murale con scene di vita ospedaliera e di assistenza, datato 1937 e firmato Bruno Paoli. Sul lato di via delle Casine sono visibili resti cospicui dell'architettura originaria del convento di Monticelli, per il quale nuovamente si rimanda alle note su via dei Malcontenti.
Bibliografia
dettaglio
Fantozzi 1842, pp. 172-174, n. 20; Fantozzi 1843, p. 218, n. 536; Firenze 1850, pp. 401-404; Passerini 1853, pp. 580-602; Bigazzi 1886, pp. 279-280; Limburger 1910, n. 372; Garneri 1924, p. 169, n. LV; Fanelli 1973, I, pp. 376-377; II, figg. 794-797; Bargellini-Guarnieri 1977-1978, II, 1977, pp. 61, 191-192; Fantozzi Micali-Roselli 1980, pp. 196-199; Firenze 2005, p. 515; Insabato-Ghelli 2007, p. 125; Invernizi 2007, I, p. 270, n. 241; Paolini 2009, pp. 300-301, n. 421.
Approfondimenti Giovanni Felice Berti, Cenni intorno alla Pia Casa di Lavoro di Firenze, Firenze, Tipografia Baracchi, 1862; Arturo Linaker, Firenze benefica, in Firenze d'oggi, Firenze, tipografia Ariani, 1896, pp. 196-219; Arturo Linaker, La Pia Casa di Lavoro e le opere pie annesse, dall'anno 1896 al 1906: relazione, Firenze, Stabilimento pei minorenni Corrigendi, 1907; Zeffirino Lazzeri, Il monastero di Piccarda ossia le Clarisse di Monticelli nella storia di Firenze, Arezzo, Cooperativa tipografica, 1912; Eliseo Marzi, Montedomini, in "Firenze", 1933, 3, pp. 69-77; Cesare Torricelli, La Pia Casa di Lavoro detta di Montedomini, Firenze, Tipografia Barbéra, 1940; Il trasferimento di Montedomini, in "La Nazione", 27 settembre 1965; Commissione di studio proposta per Montedomini, in "La Nazione", 8 ottobre 1965; Maria Di Benedetto, Regesto dei 'restauri' progettati ed eseguiti da Giuseppe Del Rosso, in Dalla 'libreriola' dell'architetto fiorentino Giuseppe Del Rosso, catalogo della mostra (Firenze, Biblioteca Riccardiana, 3 giugno-3 agosto 1983) a cura di Giuliana Alessandri Stoppini, Firenze, Centro Di, 1983, pp. 54-56; Francesca Carrara, Ludovica Sebregondi, Montedomini, in Gli istituti di beneficenza a Firenze. Storia e architettura, catalogo della mostra (Firenze, Montedomini, aprile-maggio 1998) a cura di Francesca Carrara, Ludovica Sebregondi, Ulisse Tramonti, Firenze, Alinea, 1999, pp. 71-97.
Documentazione fotografica Campo in corso di revisione.
Risorse in rete Sull'edificio sono vari file multimediali reperibili su rete telematica, a partire dalla voce Palazzi di Firenze su Wikipedia.
Codice SBAPSAE FI6042
ID univoco regionale 90480170780
Data creazione 26/12/2008
Data ultima modifica 04/10/2015
Data ultimo sopralluogo 02/01/2009
Autore della scheda Claudio Paolini.
Tags Campo in corso di revisione.
Localizzazione
architetture@palazzospinelli.org note tecniche e legali
 
Copyright © 2011 - 2015 Palazzo Spinelli - Associazione No Profit
Copyright © 2011 - 2015 Claudio Paolini