Home Il progetto Ricerca nel Repertorio Piante e Vedute Temi e Itinerari Indici Link Crediti Contatti
Ricerca nel Repertorio
Denominazione Modulo di ricerca
Ubicazione
Proprietà
Architetti - Ingegneri
Pittori - Scultori - Decoratori
Uomini illustri
Testo
Per ottimizzare la ricerca è consigliabile digitare una sola parola chiave per campo (es.: Bardi, anziché via de’ Bardi).
Per ulteriori suggerimenti si veda a:


Struttura della banca dati
 
Scheda Palazzo Gherardi Torna ai risultati della ricerca
Versione stampabile della scheda
Quartiere Santa Croce
Ubicazione Piazza di Santa Croce 15- 16- 17
Denominazione Palazzo Gherardi
Altre denominazioni Palazzo Morelli, Scuola Elementare Ubaldino Peruzzi, Liceo Artistico Leon Battista Alberti.
Affacci via Antonio Magliabechi 9, borgo Santa Croce 19
Proprietà Morelli, Borghini, Gherardi, Fratticcioli, Chizzolini, Comune di Firenze.
Architetti - Ingegneri Ignoto/i.
Pittori - Scultori - Decoratori Nessun dato rilevato.
Uomini illustri Borghini Raffaello, Hunt James Henry Leigh.
Note storiche L'edificio, attualmente accorpato ad un altro palazzetto che tuttavia presenta un prospetto di tutt'altro carattere su borgo Santa Croce (si veda al n. 19 della via), mostra sulla piazza una facciata su sporti, caratterizzata nella sua porzione di sinistra (leggermente arretrata rispetto al blocco di destra) da un lungo balcone sorretto da sporti (in modo da mantenere omogeneità al disegno del terreno) e da un ampio portone a tutto sesto in pietra. Nella sua storia si contano proprietà dei Morelli, dei Borghini e dei Gherardi e tuttavia la letteratura lo ricorda essenzialmente in relazione all'acquisto fattone dal letterato Raffaello di Domenico Borghini nel 1552, per 950 fiorini, e per essere stato da questi abitato fino al 1558. Sul balcone, al centro, è uno scudo in ferro con l'arme dei Morelli (di rosso, a due branche di leone decussate d'oro). Sul lato di via Antonio Magliabechi è un grande scudo in pietra dal campo del tutto abraso e quindi illeggibile. La facciata sulla piazza subì un primo importante restauro nel 1904. Dopo essere stato a partire dagli anni venti del Novecento sede scolastica (scuola elementare Ubaldino Peruzzi) e dopo essere stato oggetto di una ristrutturazione tra gli anni trenta e quaranta (periodo al quale dovrebbe risalire anche l'accorpamento con il palazzetto di borgo Santa Croce), il palazzo è attualmente una delle sedi del Liceo Artistico Statale Leon Battista Alberti. Le varie scritte imbrattanti a vernice che deturpavano il terreno (segnalate nella precedente redazione della scheda del 2009) sono state parzialmente nascoste da una sommaria ma provvidenziale tinteggiatura della zona interessata. Qui abitò, per parte del suo soggiorno fiorentino, lo scrittore e giornalista inglese James Leigh Hunt.
Bibliografia
dettaglio
Fantozzi 1842, pp. 226-227, n. 35; Fantozzi 1843, p. 163, n. 384; Bacciotti 1879-1886, III, 1886, p. 95; Limburger 1910, n. 284; Casamorata 1944, p. 11; Limburger-Fossi 1968, n. 284; Bargellini-Guarnieri 1977-1978, III, 1978, p. 319, 329; Firenze 2005, p. 409; Paolini 2008, pp. 204-205, n. 308; Paolini 2009, p. 281, n. 398; Paolini 2013, pp. 69-70.
Approfondimenti Importanti restauri ad alcuni palazzi fiorentini, in "La Nazione", 9 marzo 1938.
Documentazione fotografica scuola, stemma familiare, comunità straniera (inglese).
Risorse in rete Nessun dato rilevato.
Codice SBAPSAE .
ID univoco regionale .
Data creazione 15/08/2008
Data ultima modifica 07/01/2015
Data ultimo sopralluogo 15/07/2013
Autore della scheda Claudio Paolini.
Tags Archivio fotografico SBAP, Firenze: 61785, 61785, 61785, 61788 (vedute di scorcio del prospetto su borgo Santa Croce, 1972); 61789, 61790, 61791 (vedute di elementi lapidei architettonici negli spazi interni, 1972); 104206 (veduta d'insieme di scorcio del prospetto su borgo Santa Croce, 1980); 168840, 168841 (veduta d'insieme di piazza Santa Croce con sulla sinistra il prospetto dell'edificio, 1993).
Localizzazione
architetture@palazzospinelli.org note tecniche e legali
 
Copyright © 2011 - 2015 Palazzo Spinelli - Associazione No Profit
Copyright © 2011 - 2015 Claudio Paolini