Home Il progetto Ricerca nel Repertorio Piante e Vedute Temi e Itinerari Indici Link Crediti Contatti
Ricerca nel Repertorio
Denominazione Modulo di ricerca
Ubicazione
Proprietà
Architetti - Ingegneri
Pittori - Scultori - Decoratori
Uomini illustri
Testo
Per ottimizzare la ricerca è consigliabile digitare una sola parola chiave per campo (es.: Bardi, anziché via de’ Bardi).
Per ulteriori suggerimenti si veda a:


Struttura della banca dati
 
Scheda Palazzo di Adelaide Ristori Torna ai risultati della ricerca
Versione stampabile della scheda
Quartiere Santa Maria Novella
Ubicazione Lungarno Amerigo Vespucci 18
Denominazione Palazzo di Adelaide Ristori
Altre denominazioni .
Affacci via Melegnano 2, via Montebello
Proprietà Nessun dato rilevato.
Architetti - Ingegneri Galanti Guglielmo.
Pittori - Scultori - Decoratori Agneni Eugenio.
Uomini illustri Ristori Adelaide.
Note storiche Stupisce non rintracciare nella letteratura consultata nessun riferimento al palazzo, che si impone sia per estensione, sia per qualità dei materiali impiegati nella costruzione, sia per la ricchezza e particolarità degli elementi decorativi, pur rimanendo per quanto riguarda il disegno complessivo delle facciate nell'ambito della tradizione fiorentina della seconda metà dell'Ottocento, con gli immancabili riferimenti a modelli cinque seicenteschi, a partire dalla finitura della porzione basamentale in bugne rustiche di pietra. Mentre il fronte sua via Melegnano ha una estensione di undici assi, quello che guarda all'Arno si sviluppa per sette assi su tre piani più un corpo in elevazione. Al piano nobile, centrato da un balcone esteso per tre assi, le finestre sono intervallate da lesene che recano alla base quattro altorilievi con fatti storici (rimane comunque incerta l'identificazione dei temi che potrebbero essere riferiti a scene di opere drammatiche per quanto diremo in seguito). Altre figure allegoriche, presumibilmente alludenti le arti, sono presenti sia all'ultimo piano sia sul basamento. Al centro del fronte è un grande scudo con un'arme non identificata (cuneato alla banda attraversante). Da segnalare anche il portone, con figure e decori intagliati di ottima qualità esecutiva. Nel bell'androne sono due statue in marmo raffiguranti, come specificato dalle iscrizione, la Storia e la Meditazione. Visto il lusso esibito e i vari elementi che qualificano la facciata, il palazzo è certo da identificare con quello segnalato nella sua guida del 1875 da Emilio Burci come fatto eseguire su progetto dell'architetto e ingegnere Guglielmo Galanti dalla celebre attrice Adelaide Ristori, "con molta spesa e poco buon gusto". La data di erezioni è da collocarsi negli anni cinquanta dell'Ottocento, anche in ragione delle notizie relative al pittore Antonio Agneni che lo ricordano come attivo nella decorazione degli interni nel 1862-1864.
Bibliografia
dettaglio
Burci 1875, p. 171.
Approfondimenti Nessun dato rilevato.
Documentazione fotografica Campo in corso di revisione.
Risorse in rete Nessun dato rilevato.
Codice SBAPSAE .
ID univoco regionale .
Data creazione 07/05/2011
Data ultima modifica 31/10/2015
Data ultimo sopralluogo 31/10/2015
Autore della scheda Claudio Paolini.
Tags Campo in corso di revisione.
Localizzazione
architetture@palazzospinelli.org note tecniche e legali
 
Copyright © 2011 - 2015 Palazzo Spinelli - Associazione No Profit
Copyright © 2011 - 2015 Claudio Paolini