Home Il progetto Ricerca nel Repertorio Piante e Vedute Temi e Itinerari Indici Link Crediti Contatti
Ricerca nel Repertorio
Denominazione Modulo di ricerca
Ubicazione
Proprietà
Architetti - Ingegneri
Pittori - Scultori - Decoratori
Uomini illustri
Testo
Per ottimizzare la ricerca è consigliabile digitare una sola parola chiave per campo (es.: Bardi, anziché via de’ Bardi).
Per ulteriori suggerimenti si veda a:


Struttura della banca dati
 
Scheda Palazzo de Gersdorff Torna ai risultati della ricerca
Versione stampabile della scheda
Quartiere Santa Maria Novella (Cascine)
Ubicazione Lungarno Amerigo Vespucci 48
Denominazione Palazzo de Gersdorff
Altre denominazioni Palazzo Almaforte
Affacci via Giuseppe Garibaldi 1, corso Italia 7- 9
Proprietà Dominici d'Almaforte, de Gersdorff.
Architetti - Ingegneri Ignoto/i.
Pittori - Scultori - Decoratori Nessun dato rilevato.
Uomini illustri Nessun dato rilevato.
Note storiche L'edificio, indubbiamente notevole per estensione e qualità dei prospetti, presenta una pianta ad U, che perimetra un giardino di bossi e rose aperto sul lungarno e visibile grazie ad un'aerea cancellata. Da questo lato il palazzo, alto due piani, presenta le due ali laterali di sei assi con le testate sviluppate per tre assi, mentre il prospetto che chiude il giardino sul fondo è di cinque assi. Di uguale importanza anche le altre due facciate su via Giuseppe Garibaldi e corso Italia: quest'ultima, di nove assi, presenta sia sul portone sia sul finestrone corrispondente al piano nobile due scudi con arme, identificabili come della famiglia Dominici d'Almaforte (una fotografia dell'edificio databile al 1865 circa e presente negli archivi Alinari identifica ugualmente il palazzo come Almaforte). Secondo quanto emerso da interviste in loco il palazzo sarebbe stato appunto edificato su committenza di Simone Dominici, creato conte d'Almaforte da Vittorio Emanuele II, poco dopo il 1854. Al tempo stesso, sulla base di quanto emerso dalle ricerche di Gabriele Corsani, i due lotti di terreno su cui sarebbe stato costruito il palazzo risultano acquistati (tra i primi e ancora durante i lavori di urbanizzazione della zona) dalla contessa Ida Augusta de Gersdorff.
Bibliografia
dettaglio
Nessun dato rilevato.
Approfondimenti Gabriele Corsani, Il nuovo 'quartiere di città' alle Cascine dell'Isola a Firenze (1847-1859), in "Storia dell'Urbanistica. Toscana", 1987, 1, pp. 19-65.
Documentazione fotografica stemma familiare.
Risorse in rete Nessun dato rilevato.
Codice SBAPSAE .
ID univoco regionale .
Data creazione 28/12/2008
Data ultima modifica 31/10/2015
Data ultimo sopralluogo 05/05/2011
Autore della scheda Claudio Paolini.
Tags Archivi Alinari, Firenze: AVQ-A-003862-0025 (veduta d'angolo con scorcio del prospetto sul lungarno, 1865 circa). Archivio fotografico SBAP, Firenze: 4163, 4164 (vedute d'insieme di questo tratto del lungarno con il prospetto dell'edificio, 1942).
Localizzazione
architetture@palazzospinelli.org note tecniche e legali
 
Copyright © 2011 - 2015 Palazzo Spinelli - Associazione No Profit
Copyright © 2011 - 2015 Claudio Paolini