Home Il progetto Ricerca nel Repertorio Piante e Vedute Temi e Itinerari Indici Link Crediti Contatti
Ricerca nel Repertorio
Denominazione Modulo di ricerca
Ubicazione
Proprietà
Architetti - Ingegneri
Pittori - Scultori - Decoratori
Uomini illustri
Testo
Per ottimizzare la ricerca è consigliabile digitare una sola parola chiave per campo (es.: Bardi, anziché via de’ Bardi).
Per ulteriori suggerimenti si veda a:


Struttura della banca dati
 
Scheda Via del Campanile Torna ai risultati della ricerca
Versione stampabile della scheda
Quartiere San Giovanni
Ubicazione Via del Campanile
Denominazione Via del Campanile
Altre denominazioni Via della Morte (della Morta), via dei Cherici
Affacci .
Proprietà Comune di Firenze.
Architetti - Ingegneri Ignoto/i.
Pittori - Scultori - Decoratori Nessun dato rilevato.
Uomini illustri Nessun dato rilevato.
Note storiche La strada corre da via delle Oche a piazza del Duomo. Si innesta lungo il breve tracciato via della Canonica. "Venne chiamata così perché si apriva dinanzi al campanile di Giotto, correndo sul fianco della Misericordia. Precedentemente, però, si chiamava Via della Morte, come una strada vicina si chiamava Via dello Scheletro, forse per le tombe che vi si trovavano. Qualcuno pensa che il suo vero nome primitivo fosse quello di Via della Morta e la morta sarebbe stata Ginevra degli Amieri, protagonista d'una romantica storia..." (Bargellini-Guarnieri, per la vicenda a cui si fa riferimento si veda a via dei Calzaiuoli 10). Gli stradari storici e amministrativi del 1913 e del 1929 la segnalano ancora come via della Morte (essendo stata l'attuale titolazione deliberata dalla giunta comunale nel 1937), indicando via del Campanile e via dei Cherici tra le antiche denominazioni. Per quanto riguarda le trasformazioni del tracciato avvenute nel tempo si ricorda come il tratto da via della Canonica a piazza Duomo fosse stata interessato dai lavori di riordinamento di questo lato della piazza, condotti su progetto dell'architetto Gaetano Baccani tra il 1826 e il 1830, che comportarono la parziale demolizione degli edifici che qui insistevano (già occupati dalla Canonica del Duomo) e che avanzavano verso la mole della Cattedrale, per fare spazio ad ulteriori singole costruzioni sempre ad uso dei Canonici. Della situazione precedente ai lavori documentano tra l'altro dei disegni conservati presso l'Archivio comunale, firmati da Giuseppe Ruggieri e datati 1754, a servire da "dimostrazione delle aperture da farsi alle Case, che di presente compongono la Canonica di S. Maria del Fiore detta il Duomo di Firenze per la continuazione e rigiro delle strade".
Bibliografia
dettaglio
Stradario 1913, p. 93, n. 657; Stradario 1929, p. 80, n. 727; Roselli 1974, p. 114; Bargellini-Guarnieri 1977-1978, I, 1977, p. 179.
Approfondimenti Marco Lastri, Via della Morte, ossia della morta, così detta per un caso singolare d'asfissia, in L'Osservatore fiorentino sugli edifizi della sua Patria, quarta edizione eseguita sopra quella del 1821 con aumenti e correzioni del Sig. Cav. Prof. Giuseppe Del Rosso, Firenze, Giuseppe Celli, 1831, I, pp. 116-120.
Documentazione fotografica toponomastica, stradario (via).
Risorse in rete Sulla via sono alcuni file multimediali reperibili su rete telematica, a partire dalla voce Via del Campanile su Wikipedia e dallo Stradario storico amministrativo del Comune di Firenze disponibile online.
Codice SBAPSAE .
ID univoco regionale .
Data creazione 05/08/2013
Data ultima modifica 01/02/2016
Data ultimo sopralluogo 04/08/2013
Autore della scheda Claudio Paolini.
Tags Campo in corso di revisione.
Localizzazione
architetture@palazzospinelli.org note tecniche e legali
 
Copyright © 2011 - 2015 Palazzo Spinelli - Associazione No Profit
Copyright © 2011 - 2015 Claudio Paolini